12,90

Ad occhi aperti nel buio” è il loro album di debutto, ma rappresenta già la chiusura di un cerchio, di una prima stagione compositiva. Il periodo di gestazione di questo disco, infatti, è stato piuttosto lungo: al suo interno si possono trovare alcune tracce scritte ben 10 anni fa insieme ad altre che hanno visto la luce nel periodo fra il 2011 ed il 2013 – quello creativamente più intenso per il gruppo piemontese – fra le quali è importante citare “L’amore non è una relazione”, arrangiata col maestro Gabriele Roberto. Il tempo dedicato alla cesellatura dei brani ha quindi conferito all’album dei Santarè una precisione ed un equilibrio sonoro di qualità quasi maniacale. L’album si rivolge quindi ad un pubblico curioso e cultore della musica, che non si identifica in una moda, ma ha voglia di espandere i propri orizzonti. “Ad occhi aperti nel buio” si sviluppa infatti come un viaggio – nella vita e all’interno del singolo soggetto, a sua volta considerato un viaggiatore, un ricercatore.